Dichiarazione della Direzione Generale di VINCI Energies Italia

Quattro domande a Mario Capellari Direttore di VINCI Energies Italia

"Viviamo in un mondo sempre più connesso. Questo porta i nostri clienti a pensare al loro business in modo differente, così come facciamo anche noi"

Mario Capellari Managing Director, VINCI Energies Italia

Quali sono le attività VINCI Energies in Italia?

VINCI Energies è presente in Italia attraverso diversi marchi. Elphi VM, specializzata in impianti elettrici, Telematic Solutions che opera nel settore spaziale, Omexom, specialista in infrastrutture, alta e altissima tensione  e infine, SKE e VINCI Facilities, entrambi offrono servizi di facility management: VINCI Facilities nel settore terziario/industriale e SKE per le basi militari USA.

Com’è il mercato italiano?

La situazione economica in Italia è ancora difficile, anche se alcuni settori come l’industria e l’ ICT sono migliorati.

In questo contesto, i problemi delle imprese italiane si concentrano principalmente sul controllo dei costi: come fare ancora bene senza avere nulla, come migliorare senza risorse.  Se i prezzi dominano il mercato, penso la differenza la possa fare il nostro impegno a valorizzare soprattutto le nostre qualità, la nostra agilità, la nostra professionalità, la qualità dei nostri servizi e la nostra capacità di proporre soluzioni personalizzate per ogni cliente.

Come è organizzata VINCI Energies in Italia?

Come altrove in VINCI Energies, siamo organizzati in business units. Ognuna specializza in un settore, e ramo del mercato. Queste entità hanno una forte radice locale e sono dirette da un Manager di business unit che gode di grande autonomia per svilupparne potenzialità e attività.

Questo approccio ci permette di avere una profonda conoscenza del mercato, di prevedere gli sviluppi e soprattutto di essere vicini ai nostri clienti. Siamo così in grado di adattarci rapidamente alle loro esigenze.

Come pensi che si evolveranno i nostri servizi nei prossimi anni?

Viviamo in un mondo sempre più connesso. Questo porta i nostri clienti a pensare al loro business in modo differente, così come facciamo anche noi: il BIM (Building Information Modelling) per esempio faciliterà la programmazione degli interventi  di manutenzione.

In Europa, l’Italia è uno dei paesi improntati sulla trasformazione digitale, il governo sta spingendo in questa direzione.

L’altra questione importante su cui dobbiamo investire nei prossimi anni in Italia è la transizione energetica: come rendere gli edifici più efficienti, come mantenere una fornitura di energia elettrica efficace, sostenibile ed economica.