La mobilità elettrica in Italia

Nell’ambito di una ricerca scientifica costante, orientata allo sviluppo di nuovi sistemi, tecnologie, utilizzo di energie rinnovabili e ottimizzazione dei consumi in qualunque ambito, dall’industria alla mobilità elettrica, VINCI Energies Group è un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale. Dialoga con numerosi partner e si pone come consulente nelle iniziative di riconversione energetica e di industria 4.0. La progressiva diffusione di mezzi ecologici è uno dei fronti avanguardistici su cui, nell’arco dei prossimi anni, verranno promosse iniziative e stanziati incentivi sempre più ingenti, con l’obiettivo di sostituire gradualmente l’utilizzo di combustibili fossili con nuove infrastrutture energetiche e mezzi di trasporto elettrici.

 

Sistemi di incentivazione per la mobilità elettrica

La diffusione della mobilità elettrica è una sfida importante non solo per l’industria e il mercato di riferimento, ma anche per la salvaguardia ambientale, nell’ottica di un significativo risparmio energetico per i consumatori. Per questo motivo, i governi che si sono succeduti negli ultimi anni nel nostro Paese hanno progressivamente incrementato lo stanziamento di incentivi volti alla rottamazione di automezzi inquinanti e all’acquisto di veicoli ecologici sempre più evoluti, con un sensibile risparmio in elettricità.
La mobilità elettrica in Italia, in particolare, nel 2017 è cresciuta del 63% rispetto all’anno precedente: per quanto questo mercato sia ancora in via di sviluppo, specialmente se paragonato a quello di altri paesi europei come Norvegia e Olanda, la vendita di auto e biciclette elettriche è in forte crescita.

Bonus e incentivi per bici elettriche

Gli incentivi sulle bici elettriche vengono stanziati dalle singole amministrazioni locali e di conseguenza assumono proporzioni diverse in base alla città di residenza. Parallelamente, il governo sta sviluppando progetti specifici sulla diffusione della mobilità elettrica, perseguendo l’obiettivo di un milione di auto elettriche in circolazione entro il 2020: per arrivarci è necessario tanto stimolare l’acquisto anche da parte delle famiglie a basso reddito, quanto favorire la rottamazione dei vecchi mezzi a gasolio.