La tecnologia e l’industria 4.0

Leader in materia di trasformazione digitale e transizione energetica applicata a infrastrutture, aziende, ICT e servizi, VINCI Energies Group è una realtà pioniera della quarta rivoluzione industriale, comunemente detta industria 4.0.

In materia di trasformazione digitale e transizione energetica applicata a infrastrutture, aziende, ICT e servizi, VINCI Energies Group è una realtà pioniera della quarta rivoluzione industriale, comunemente detta industria 4.0.

L’azienda è specializzata negli investimenti orientati all’incremento delle prestazioni e all’efficienza energetica, attraverso l’utilizzo combinato delle più recenti applicazioni tecnologiche disponibili sul mercato. A fronte di questi interventi, manifatture, capannoni industriali, aziende agricole e attività commerciali possono contare su un iperammortamento del 250% che, come previsto dalla Legge di Bilancio 2017, vale per i beni materiali acquistati fino al 31 dicembre 2018, purché nuovi.

Iperammortamento di beni immateriali

Oltre alla possibilità di supervalutare del 250% (iperammortamento) gli investimenti sostenuti per l’acquisto di beni materiali, anche in leasing, è prevista un’ulteriore supervalutazione del 140% per chi investe in beni strumentali immateriali, come programmi e applicazioni in logica industria 4.0. Tuttavia, questo è possibile solo congiuntamente all’acquisto di beni materiali, come le tecnologie e i dispositivi all’avanguardia forniti da VINCI Energies Group. Le micro e medie imprese, nonché le start up che non riescono ad accedere al credito bancario possono beneficiare dei Fondi di Garanzia Inps, a fronte di investimenti orientati all’automazione e ottimizzazione energetica.

Patent box per marchi, brevetti e software coperti da copyright

Supervalutazioni, agevolazioni fiscali e Fondi di Garanzia Inps sono cumulabili per tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa che investono nell’interconnessione e collaborazione tra sistemi differenti – elettrico, illuminotecnico, di riscaldamento, di sicurezza, ecc. – nell’ottica di una gestione razionale del consumo energetico e dello sviluppo dell’industria 4.0. Le imprese italiane che lavorano con beni immateriali possono beneficiare di un Patent box per marchi, brevetti, design e software coperti da copyright e altre opere di ingegno: viene detassato il reddito generato dall’utilizzo diretto o indiretto, nonché dalla cessione di tali beni.